sfondo-sito-2019-marrone

Rivista Santa Maria del Bosco - Serra e dintorni

Gioacchino Giancotti
A+ A A-

Campagna elettorale in poesia/ fine – Salvatore Filocamo dalla Locride.

Regola la dimensione del testo

“E vui, Signuri, chi tuttu viditi/ pecchì ‘sti cosi storti ‘i sumportati? Ddui sunn’i cosi: o vui non ci siti/ o puru vui d’i ricchi vi spagnati!”

LocrideLeggiamo da P. Crupi: “ Alla poesia, alla poesia dialettale, che è canto e protesta, che è discorso di ideee e aspettazione collettiva dell’avvenire, [il Nostro] facendo più malinconico il suo circolato mondo, consegna, ultima creazione, una sua lapide”. Sto dicendo di Salvatore Filocamo (Siderno 1902 – Locri 1984) secondo il quale, e non a torto, vi è una ingiustizia imperante e dilagante in una società ormai alla deriva e più ricca di sfruttati, poveri, subalterni in tutto. Tanto si evince leggendo la sua raccolta Ricchi e povari dove emerge quasi una rassegnazione e invocazione al Padreterrno, come aveva fatto, un secolo prima, il “poeta scalpellino” dalle montagne di Serra San Bruno, “E vui, Signuri, chi tuttu viditi/ pecchì ‘sti cosi storti ‘i sumportati? Ddui sunn’i cosi: o vui non ci siti/ o puru vui d’i ricchi vi spagnati!”


Ricchi e povari

‘Stu mundu chi crijau nostu Signuri
cu la so’ menti chi no ndavi oguali
fu crijatu cu reguli e masuri,
‘u celu, ‘a terra, l’omu e li ‘nimali.
Prima li beni eranu ‘n cumuni,
ca l’omani tra illi eran’ oguali:
principi no ndavia, mancu baruni,
non patruni, no ddò e non principali.
Ma mo chi tanti seculi passaru
‘stu mundu staci jendu a rumbuluni:
d’u celu a terra li cosi mutaru,
l’omani ‘nsemi no stettaru cchiuni.
Lu prepotenti ‘ncatastau dinari
senza cuntu non pisi e non masuri,
e lu spagnusu chi non seppi fari
si cuntentau mu campa cu l’adduri.
E mò pe chissu nui simu spartuti
e simu ricchi e povari chjamati:
‘i ricchi gurdi e di novu vestuti
‘i povari a ddijunu e spellizzati.
‘U riccu s’arza e novi la matina
e trova ‘a culazioni proparata,
prima u si vesti già la panza è chjina
tantu pe cuminciari la jornata.
‘Povaru si leva cu lu scuru,
si faci ‘a cruci e vaji a fatigari
scarzu, malu vestutu ed a ddijunu:
fin’a chi scura mata ‘ndavi a stari.
‘U riccu a menzujornu mangia mata
primu, secundu, terzu, frutta e vinu;
 doppu mangia si faci ‘a passijata,
po’ si ndi vaji e joca a lu casinu.
‘U povaru finisci la jornata
e trasend’inta jetta ‘nu suspiru,
videndu la mugghjeri ‘ncandilata
e li figghjoli chi cianginu ‘n giru.
Morti di fami, cu lu pilu arzatu,
cu’ cerca pani e cu’ voli vestutu:
cu palori li ‘ddubba e poi, tagghjatu,
si ndi vaji e si curca allucinatu.
Povari e ricchi non simu cchiù frati
com’a ‘na vota, e nenti cchiù ndi liga,
non pagura di Diu, non caritati:
‘u riccu mangia e ‘u povaru fatiga.
Passaru ‘i jorna e puru li simani
e lu povaru campa a Deu providi
ed è trattatu peju di ‘nu cani
e quandu suffri e ciangi ‘u riccu arridi.
E vui, Signuri, chi tuttu viditi/
pecchì ‘sti cosi storti ‘i sumportati?
 Ddui sunn’i cosi: o vui non ci siti/
o puru vui d’i ricchi vi spagnati!”

(da P. Crupi – Storia della letteratura calabrese- Ed. Periferia, Cosenza 1997)

M. Stirparo
La nuova rubrica, "la campagna elettorale in poesia", è a cura del prof. Mimmo Stirparo

Domenico Calvetta
Marco Calvetta
Tucci revisioni auto

Banner radioserra98

Gioielleria Franco VInci
Pizzeria ristorante da nonna Mariangela
Banner VNU VV

The Best Bookmaker Betfair Review FBetting cvisit from here.

Traduttore

Italian English French German Spanish

Donazione

Amount:


Seguici su facebook

Articoli più letti

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prev Next

Fatti straordinari: NATUZZA MI DISSE: “ …

Fatti straordinari: NATUZZA MI DISSE: “ Guardate meglio il Vostro orologio…adesso mi credete?”

Hits:40148|VISITE Franco Inzillo - avatar Franco Inzillo

Il lungo calvario di Natuzza Evolo

Il lungo calvario di Natuzza Evolo

Hits:19543|VISITE Sharo Gambino - avatar Sharo Gambino

Inchiesta su Paravati | Il caso di Natuz…

Inchiesta su Paravati | Il caso di Natuzza…una diatriba per denaro e potere!

Hits:12286|VISITE Domenico Calvetta - avatar Domenico Calvetta

Il mistero della foto di Padre Jarek.

Il mistero della foto di Padre Jarek.

Hits:9600|VISITE Domenico Calvetta - avatar Domenico Calvetta

La mia terra spogliata di tutto dal 1860…

La mia terra spogliata di tutto dal 1860 ad oggi!

Hits:9402|VISITE Antonio Nicoletta - avatar Antonio Nicoletta

Rivista Santa Maria del Bosco Registrazione n. 4/10 c/o Tribunale di Vibo Valentia Cellulari 349 3091092 - 339 1808248 - 0963 72109 Email: rivistasantamariadelbosco@gmail.com - All Right reserved © Rivista Santa Maria del Bosco | Web Designer: Marco Calvetta | marcocalvetta@gmail.com

Questo sito utilizza cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clicca su “Maggiori Informazioni” e leggi l’informativa completa. Cliccando sul tasto “Accetto” acconsenti all’uso dei cookies. Maggiori Informazioni