sfondo-poste-mailexpress-may2018

Rivista Santa Maria del Bosco - Serra e dintorni

Redazione online

Domenico-Calvetta
Direttore: Avv. Domenico Calvetta
Pubblicista, Coordinatore.

Marco-Calvetta1
Responsabile testata online: Marco Calvetta
Gestore tecnico e Grafico della rivista.

Tra i primi collaboratori Online

Mimmo Stirparo
Prof. Mimmo Stiparo (Crotone)

ceravolo tonino
Prof. Antonino Ceravolo (Serra S. Bruno)

Girolamo-onda
Prof. Girolamo Onda (Serra S. Bruno)

Francesco-Pisani
Francesco Pisani (Montreal)

Giuseppe-Calzone
Avv Giuseppe Calzone (Mileto)

Users User iconRedazione Online

Gioacchino Giancotti
A+ A A-

Inchiesta a Serra San Bruno | Il corso deserto... cosa ne pensano i commercianti!

Regola la dimensione del testo

Serra San Brunocorso deserto
Sempre più spesso si sente parlare di spopolamento, fenomeno che purtroppo tocca da vicino molti paesi che sono costretti a fare i conti con cambiamenti demografici di non poco conto. Abbiamo, quindi, pensato di analizzare più da vicino, in modo da cercare di comprendere, come mai Serra San Bruno e nella fattispecie il Corso della cittadina abbia risentito di questo evento. Abbiamo, perciò, rivolto ad alcuni commercianti due domande generiche e che non hanno assolutamente la pretesa né di criticare tantomeno di generare delle polemiche ma fornire bensì un momento di riflessione: Perché sì i è spopolato il corso di Serra San Bruno? Quali potrebbero essere gli eventuali rimedi? Ognuna delle persone intervistate ha esposto delle opinioni  personali, opinioni che spesso, si è constatato coincidono, salvo poi, in altri casi, essere completamente differenti. C’è chi afferma, per esempio,  che il problema risieda in un depauperamento sociale che fa appello ad una mancanza di aggregazione tra varie generazioni, peggiorata dall’avvento dei social network. Chi, invece, vede la causa principale nella crisi economica che porta non solo i giovani ma intere famiglie ad allontanarsi dalla terra natia. C’è chi invece nota una mancanza di tutela del territorio,  una ricchezza locale diminuita anche a causa del venir meno o del ridimensionamento delle attività di alcuni servizi pubblici come l’INPS, l’ospedale. Alcuni aggiungono a tutto questo la mancanza di vivacità da parte di un paese che fino a qualche tempo fa era il simbolo di un passeggio colorato e animato dalle varie fasce d’età. C’è chi ricorda il corso come il luogo principale dove avvenivano i corteggiamenti, gli incontri “fortunati” o semplicemente quelle riunioni all’aperto che tanto animavano le monotone serate serresi. Altresì, c’è chi scorge la chiusura delle varie attività, che sul corso si concentrano, in una sorta di recinto. Ma più in generale quello che si rileva dai molti e istruttivi dialoghi con gli intervistati è una sorta di amarezza dettata dalla mancanza di coesione sociale nonché dalla poca presenza dei giovani che si spostano per vari motivi: da chi vuole provare a inseguire i propri sogni speranzoso di raggiugerli dove le possibilità sono molte di più a chi ,invece, deve preparare la fatidica e odiata valigia perché partire è l’unico modo per trovare lavoro. E ancora c’è  chi è dell’opinione secondo cui la crisi economica c’entri e chi invece sostiene che siano state le abitudini delle nuove generazioni a subire dei cambi di rotta; quelle generazioni che durante il corso della settimana sono impegnate a districarsi  tra palestre, piscine, studio e quant’altro e quelle che invece oramai lontane per lo studio e non, una volta ritornati preferiscono incontrarsi e stare insieme nel chiuso delle proprie case. C’è anche chi avalla l’ipotesi secondo cui oltre a quelle dei giovani le abitudini cambiate siano anche quelle delle generazioni più grandi che hanno scoperto altri modi di trascorrere le giornate di riposo. Tanti, naturalmente, sono stati i vari rimedi proposti: chi ricorre ad una maggiore possibilità di lavoro, chi punta su una migliore e totale fruibilità del paese, chi non vede nessuna strada da percorrere e chi invece pensa ad una sfera di cristallo! Indipendentemente, però, dalle varie opinioni e dagli auspicabili rimedi, il denominatore comune delle idee degli intervistati sembra essere rappresentato da un profondo dispiacere congiunto ad una grande forza che coniuga in sé l’amore per la propria terra, la volontà di riuscire a mettere in campo delle soluzioni affinchè la situazione migliori per ognuno di noi, per le generazioni future e per Serra, in quanto merita di essere valorizzata dalla sua gente.

Domenico Calvetta
Marco Calvetta
Hotel Valeria
Tucci revisioni auto

Banner radioserra98

Gioielleria Franco VInci
Muzzi Bruno autoricambi e gomme
Banner VNU VV

The Best Bookmaker Betfair Review FBetting cvisit from here.

Traduttore

Italian English French German Spanish

Donazione

Amount:


Seguici su facebook

Articoli più letti

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prev Next

Fatti straordinari: NATUZZA MI DISSE: “ …

Fatti straordinari: NATUZZA MI DISSE: “ Guardate meglio il Vostro orologio…adesso mi credete?”

Hits:39676|VISITE Franco Inzillo - avatar Franco Inzillo

Il lungo calvario di Natuzza Evolo

Il lungo calvario di Natuzza Evolo

Hits:19071|VISITE Sharo Gambino - avatar Sharo Gambino

Inchiesta su Paravati | Il caso di Natuz…

Inchiesta su Paravati | Il caso di Natuzza…una diatriba per denaro e potere!

Hits:10009|VISITE Domenico Calvetta - avatar Domenico Calvetta

La mia terra spogliata di tutto dal 1860…

La mia terra spogliata di tutto dal 1860 ad oggi!

Hits:8886|VISITE Antonio Nicoletta - avatar Antonio Nicoletta

Il mistero della foto di Padre Jarek.

Il mistero della foto di Padre Jarek.

Hits:7776|VISITE Domenico Calvetta - avatar Domenico Calvetta

Rivista Santa Maria del Bosco Registrazione n. 4/10 c/o Tribunale di Vibo Valentia Cellulari 349 3091092 - 339 1808248 - 0963 72109 Email: rivistasantamariadelbosco@gmail.com - All Right reserved © Rivista Santa Maria del Bosco | Web Designer: Marco Calvetta | marcocalvetta@gmail.com

Questo sito utilizza cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clicca su “Maggiori Informazioni” e leggi l’informativa completa. Cliccando sul tasto “Accetto” acconsenti all’uso dei cookies. Maggiori Informazioni