sfondo6-mail-express-christmas-2018-19

Rivista Santa Maria del Bosco - Serra e dintorni

Redazione online

Domenico-Calvetta
Direttore: Avv. Domenico Calvetta
Pubblicista, Coordinatore.

Marco-Calvetta1
Responsabile testata online: Marco Calvetta
Gestore tecnico e Grafico della rivista.

Tra i primi collaboratori Online

Mimmo Stirparo
Prof. Mimmo Stiparo (Crotone)

ceravolo tonino
Prof. Antonino Ceravolo (Serra S. Bruno)

Girolamo-onda
Prof. Girolamo Onda (Serra S. Bruno)

Francesco-Pisani
Francesco Pisani (Montreal)

Giuseppe-Calzone
Avv Giuseppe Calzone (Mileto)

Users User iconRedazione Online

Gioacchino Giancotti
A+ A A-

Serra San Bruno| La “casa Zaffino”di mio suocero “don Biasi di la posta”.

Regola la dimensione del testo

Serra san Bruno Chiesa matrice e palazzo poste
Dopo avere ascoltato a voce e riletto poi l’articolo di mia suocera Emma Bussone sugli anni da lei trascorsi a Serra nel dopo-guerra e successivi, ho avvertito, con un tonfo emotivo, l’improvviso riaffiorare di altri ricordi dei miei anni trascorsi nel paese natio del mio ramo familiare materno ed ho rivissuto anch’io, ad occhi chiusi, le mie esperienze infantili e fanciullesche a partire dalla fine degli anni ’50 e soprattutto dal ’60 in avanti. Moltissimi di quei ricordi sono strettamente legati alla casa dei miei suoceri a Serra, grande edificio che delimita uno dei lati della piazza davanti la “Chiesa Matrice”. E così, con la mente, sono tornato indietro di circa 50 anni (mezzo secolo! Mamma mia!). Mi sembra però tutto accaduto ieri… C’era Michele, che aspettava il mio arrivo da Reggio, per le vacanze estive; mia suocera mi dice che il figlio nella sua impazienza ripeteva <<ma quando arriva !>>. Poi la combriccola si compattava con Gianfranco e Cesare. C’era Caterina, la primogenita, seria e posata, seduta al pianoforte ad intonare melodie di musica classica: oggi sinceramente non ricordo quali…; ma c’era lei al pianoforte. Solitamente non era nostra compagna di giochi. Ragazza serissima. C’era Melania, mia coetanea, graziosissima adolescente, vista da noi imberbi maschietti come una irraggiungibile chimera in un futuro mondo di adulti. Neanche lei, però, faceva parte integrante del nostro “gruppo”. Ma ci piaceva un sacco. C’era naturalmente mia moglie Gabriella, con le sue esplosioni di pianto per i dispetti che le venivano fatti (a partire dai suoi fratelli), stuzzicando la sua buona disponibilità ed il suo carattere dolce ed ingenuo rispetto ai furbetti che le stavano intorno. Il quinto fratello, Ermanno, era all’epoca troppo piccolo per il nostro gruppetto e ne ho più sfumati ricordi. Un ricordo nitidissimo che ho della casa Zaffino è legato alla presenza di giocattoli “elettronici” che lo zio medico Gabriele portava ai nipoti da Napoli o da altre città. Erano qualcosa per me di mai visto! A parte giochi animati ma “statici”, c’erano i giocattoli “semoventi” che con fischio di telecomando cambiavano direzione,così come succedeva quando incontravano un ostacolo. Per l’epoca, fantascienza… C’era una tartaruga, in carne e…carapace, che con le sue lente e pigre movenze attirava la mia attenzione specie quando, estroflettendo a dismisura testa e collo dal suo corneo guscio, spiluccava foglie di lattuga, nel sottotetto in legno che si apriva su di una enorme terrazza. Che terrazza, ragazzi! Immensa, tanto da consentirci di scorazzare su biciclettine che ricordo dotate di un solo freno anteriore o di giocare al pallone come si trattasse di un campo vero. E che vista! Tutta Serra era ai nostri piedi e ci permetteva di godere come pochi, a guardare le processioni estive ed ascoltare la banda di paese. E poi, le scale. Non finivano mai. Per non parlare delle tante stanze, tutte immense. Ricordo che a pianterreno c’era l’ufficio postale, al quale si poteva accedere dall’interno della casa stessa. Vi lavorava … “don Biasi di la posta”. Gli “Zaffino” erano considerati famiglia molto facoltosa dalla “gente” di Serra… Quando ho iniziato a “filare” con Gabriella, qualcuno del paese mi disse << bravo, scijjsti bbuonu… !!>>. Per fortuna, però, la “scelta” non era motivata da interessi…!! E poi ricordo i fratelli di mio suocero Biagio. C’era Caterinuzza, buona e “di simpatia”. La zia Antonuzza era più burbera, seriosa ed incuteva timore. Ricordo il dottor Gabriele, che mi ha steccato l’avambraccio sinistro per una frattura biossea scomposta, occorsami in seguito ad una caduta dalla bicicletta in località “thri ccuoni”, inviandomi poi a Reggio per il trattamento specialistico ortopedico più appropriato. Ricordi, immagini ed emozioni suscitati in me da quella casa, facendomi ripercorrere mentalmente decine di periodi estivi, dagli anni della prima infanzia a quelli della adolescenza, per terminare a quelli odierni della maturità con i capelli canuti. Nella stanza grande dei nostri giochi infantili, nel salotto con il pianoforte, con i divani comodissimi, con il tavolo dove giocavamo a scacchi, abbiamo trascorso tante ore felici, chiacchierando e condividendo i primi problemi di ragazzi degli anni ’60. Tasselli indelebili nella scacchiera dei ricordi legati a quella grande casa, che, chiusa nel silenzio delle sue stanze, continuerà a custodire tanti eventi felici, mescolati immancabilmente ad accadimenti dolorosamente amari e talora inesplicabili, che la Vita porta con sé. Sono nato a Reggio, ho vissuto ed ho studiato a Napoli, da quasi quarant’anni lavoro a Torino, ma i periodi estivi trascorsi a Serra sono profondamente radicati nella mia mente ed in fondo al cuore, restando per sempre scolpiti nella memoria, testimoni silenziosi degli anni che più hanno inciso nella maturazione di un anziano sessantaquattrenne, ex “ragazzo del ‘68”.

Domenico Calvetta
Marco Calvetta
Hotel Valeria
Tucci revisioni auto

Banner radioserra98

Gioielleria Franco VInci
Muzzi Bruno autoricambi e gomme
Pizzeria ristorante da nonna Mariangela
Banner VNU VV

The Best Bookmaker Betfair Review FBetting cvisit from here.

Traduttore

Italian English French German Spanish

Donazione

Amount:


Calendario articoli

Dicembre 18
L M M G V S D
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6

Seguici su facebook

Articoli più letti

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Prev Next

Fatti straordinari: NATUZZA MI DISSE: “ …

Fatti straordinari: NATUZZA MI DISSE: “ Guardate meglio il Vostro orologio…adesso mi credete?”

Hits:39864|VISITE Franco Inzillo - avatar Franco Inzillo

Il lungo calvario di Natuzza Evolo

Il lungo calvario di Natuzza Evolo

Hits:19279|VISITE Sharo Gambino - avatar Sharo Gambino

Inchiesta su Paravati | Il caso di Natuz…

Inchiesta su Paravati | Il caso di Natuzza…una diatriba per denaro e potere!

Hits:11138|VISITE Domenico Calvetta - avatar Domenico Calvetta

La mia terra spogliata di tutto dal 1860…

La mia terra spogliata di tutto dal 1860 ad oggi!

Hits:9119|VISITE Antonio Nicoletta - avatar Antonio Nicoletta

Il mistero della foto di Padre Jarek.

Il mistero della foto di Padre Jarek.

Hits:8552|VISITE Domenico Calvetta - avatar Domenico Calvetta

Rivista Santa Maria del Bosco Registrazione n. 4/10 c/o Tribunale di Vibo Valentia Cellulari 349 3091092 - 339 1808248 - 0963 72109 Email: rivistasantamariadelbosco@gmail.com - All Right reserved © Rivista Santa Maria del Bosco | Web Designer: Marco Calvetta | marcocalvetta@gmail.com

Questo sito utilizza cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clicca su “Maggiori Informazioni” e leggi l’informativa completa. Cliccando sul tasto “Accetto” acconsenti all’uso dei cookies. Maggiori Informazioni